NEWS

12.11.2020 |

Quando la creatività si fonde con l’ecosostenibilità

E’ bello leggere notizie che riguardano l’utilizzo sempre più diffuso del legno per la realizzazione di arredamenti, case, edifici…e non solo.

 

L’edicola sostenibile

Un esempio viene dalla prima edicola ecosostenibile d’Italia, che da settembre 2020 sorge meravigliosa nel punto in cui meno l’immaginereste: a Milano, tra traffico e cemento. Eppure lei, piccola piccola, fa la differenza e lancia un messaggio forte. Progettata dagli architetti Flavio Barban e Nicola Cappellari e realizzata dallo studio Rubner Haus, ha grandi vantaggi, come spiega a rsi.ch Simona Piccoli, che gestisce l’edicola: “Grazie al legno, si risparmia e si inquina meno. Rispetto a quella in ferro che c’era prima si consuma meno riscaldamento e poi il legno rende più calda una città fredda e grigia di mattoni e ferro”.

 

La supercar in legno

Di tutt’altro tenore è la notizia legata all’esperimento di eco-creatività di Splinter, supercar in legno costruita utilizzando ben 200 specie diverse di legno, comprese molte essenze pregiate (https://www.ansa.it/canale_motori/notizie). Ad oggi è uno dei più interessanti esempi di automobile ‘rinnovabile’ e quasi completamente biodegradabile. E’ stata infatti realizzata per l’80% in legno, compresi il comando del cambio, il volante e persino gli indicatori del tachimetro e del contagiri. La ‘base’ su cui poggia la Splinter è realizzata con pannelli di legno lamellare – prevalentemente betulla e acero – mentre la carrozzeria è stata stampata in composito di legno, un tipo di materiale che utilizza una rilevante quantità di fibra naturale assieme alle tradizionali resine epossidiche indurenti. L’auto probabilmente non correrà mai su strada a causa dei problemi di surriscaldamento del vano motore, ma è comunque uno stimolo a sperimentare soluzioni innovative ed ecosostenibili in settori nuovi, magari spesso inimmaginati.

 

Gli incentivi per il rilancio del legno-arredo

E se la creatività e la sperimentazione restano un orizzonte da sondare e avvicinare il più possibile, nel frattempo il settore legno e la sua intera filiera continuano a guardare avanti e a sperare in un futuro sempre più Green. Claudio Feltrin, nuovo presidente di FederlegnoArredo, si dice convinto che, grazie alla nuova centralità che la casa ha assunto nella vita delle persone e grazie a una svolta «green» dell’intera filiera, dalla prossima estate possa iniziare la ripresa per il settore.

Come Feltrin spiega a Il Sole 24 Ore (https://www.ilsole24ore.com/art/incentivi-verdi-il-rilancio-legno-arredo-ADciuqz): “Siamo di fronte a un’occasione unica: da un lato la riscoperta della casa da parte dei consumatori, che in parte hanno riversato qui i risparmi tradizionalmente rivolti ad altri ambiti di consumo. Dall’altro il tema della sostenibilità, che sarà l’elemento chiave per il rilancio e la competitività di tutta la filiera. Abbiamo i fondi stanziati dall’Unione Europea, che ha messo a disposizione un miliardo in dieci anni, e inoltre una generazione di giovani, che saranno i consumatori di domani, molto sensibile a questo tema“. “Abbiamo proposto al governo l’introduzione di misure «green», come il bonus idrico e il bonus sostenibilità, a sostegno sia della produzione, sia dei consumi”.

 

 

 

tutte le news
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.