NEWS

16.07.2021 |

Adottata oggi la “Nuova strategia forestale” dell’Ue per il 2030

La Commissione europea ha adottato oggi la “Nuova strategia forestale” dell’Ue per il 2030. Si tratta di una delle iniziative base del Green Deal, che ha l’obiettivo generale di raggiungere la neutralità climatica in Europa entro il 2050.

La nuova strategia forestale “contribuisce al pacchetto di misure proposte per ottenere riduzioni delle emissioni di gas a effetto serra di almeno 55% entro il 2030 e neutralità climatica nel 2050 nell’Ue”.

Lo slogan lanciato è: l’albero giusto al posto giusto per lo scopo giusto.

Come spiegano da Bruxelles: “insieme gli aspetti sociali, economici e ambientali, la strategia forestale mira a garantire la multifunzionalità delle foreste dell’Ue e sottolinea il ruolo fondamentale svolto dai silvicoltori. Le foreste sono un alleato essenziale nella lotta ai cambiamenti climatici e alla perdita di biodiversità. Funzionano come ‘pozzi di carbonio’ e ci aiutano a ridurre gli impatti dei cambiamenti climatici, ad esempio raffreddando le città, proteggendoci da forti inondazioni e riducendo l’impatto della siccità. Sfortunatamente, le foreste europee soffrono di molte minacce, incluso il cambiamento climatico”.

La Strategia forestale definisce quindi “una visione e azioni concrete per aumentare la quantità e la qualità delle foreste nell’Ue e rafforzarne la protezione, il ripristino e la resilienza”. Si impegna a proteggere le foreste primarie e antiche, a ripristinare le foreste degradate “e a garantire che siano gestite in modo sostenibile, in modo da preservare i servizi ecosistemici vitali forniti dalle foreste e da cui dipende la società”.

La Strategia prevede inoltre “lo sviluppo di regimi di pagamento ai proprietari e gestori di foreste per la fornitura di servizi ecosistemici alternativi, ad esempio mantenendo intatte parti delle loro foreste”. Non manca una tabella di marcia “per piantare altri tre miliardi di alberi in tutta Europa entro il 2030 nel pieno rispetto dei principi ecologici”.

Come riporta l’Agenzia Sir, “Le foreste ospitano la maggior parte della biodiversità che troviamo sulla Terra. Perché la nostra acqua sia pulita e i nostri terreni siano ricchi, abbiamo bisogno di foreste sane”. È quanto afferma il vicepresidente esecutivo della Commissione, con incarico per il Green Deal europeo, Frans Timmermans, nel giorno in cui l’esecutivo lancia la nuova strategia per la protezione e implementazione delle foreste e dei boschi in tutta l’Ue. “Le foreste europee sono a rischio. Ecco perché – promette – lavoreremo per proteggerle e ripristinarle, per migliorare la gestione delle foreste e per sostenere i silvicoltori e i custodi delle foreste. Alla fine, siamo tutti parte della natura. Quello che facciamo per combattere la crisi climatica e della biodiversità, lo facciamo per la nostra salute e il nostro futuro”.

Il commissario per l’agricoltura, Janusz Wojciechowski, dichiara a sua volta: “Le foreste sono i polmoni della nostra terra: sono vitali per il nostro clima, la biodiversità, il suolo e la qualità dell’aria. Le foreste sono anche il polmone della nostra società ed economia: garantiscono i mezzi di sussistenza nelle aree rurali, forniscono prodotti essenziali per i nostri cittadini e, per la loro natura, hanno un profondo valore sociale. La nuova strategia forestale riconosce questa multifunzionalità e mostra come l’ambizione ambientale possa andare di pari passo con la prosperità economica. Attraverso questa strategia e con il sostegno della nuova politica agricola comune, le nostre foreste e i nostri silvicoltori daranno vita a un’Europa sostenibile, prospera e climaticamente neutra”.

tutte le news
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.