NEWS

07.12.2022 |

“Inediti in legno. Uno scorcio tra architettura e design, dal dopoguerra a fine secolo”

“Inediti in legno. Uno scorcio tra architettura e design, dal dopoguerra a fine secolo”

Dall’8 dicembre all’8 gennaio, in mostra in Città Alta 21 oggetti inediti di arredo ideati da 13 architetti e designer bergamaschi realizzati da 32 aziende della filiera del legno

Si apre l’8 dicembre all’interno della Sala Giuristi, Piazza Vecchia in Città Alta, la mostra “Inediti in legno. Uno scorcio tra architettura e design, dal dopoguerra a fine secolo”. È promossa dal collettivo di aziende riunite ne “Il Legno dalla Natura alle Cose”, che dal 2013 organizza manifestazioni a promozione della cultura e dell’uso del legno come materia rinnovabile ed ecosostenibile valorizzando il territorio e le sue eccellenze produttive. La mostra è organizzata con la collaborazione del Museo del Falegname Tino Sana e della Fondazione Architetti Bergamo.

13 architetti per 21 oggetti inediti di arredo

Per il 2022-23 dall’8 dicembre all’8 gennaio la mostra espone il lavoro inedito di 13 architetti e designer bergamaschi contemporanei attraverso l’esposizione di 21 oggetti di arredo da loro ideati nel corso del Novecento, realizzati dalle 32 aziende della filiera del legno aderenti al progetto.

Sedie, librerie, parapetti, scale, tavoli, madie, specchiere ed elementi di arredo frutto del talento di Baran Ciagà, Sergio Invernizzi, Edoardo Milesi, Attilio Pizzigoni, Myria Cassader, Cesare Rota Nodari, Guglielmo Clivati, Pino Pizzigoni, Lucio Agazzi, Vito Sonzogni, Nestorio Sacchi e Francesco Ginoulhiac e Teresa Arslan, ideati e realizzati per interni ed esterni privati, sono riprodotti partendo da oggetti esistenti, prototipi o da disegni d’archivio diventando opere di design ancora attuali che testimoniano la versatilità del legno.

Le opere in mostra sono il frutto di una call lanciata alla fine di dicembre 2021 da Fondazione Architetti Bergamo in collaborazione con Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Bergamo, che hanno impostato e promosso l’invito prendere parte a questo progetto a cui hanno aderito 42 proposte di oggetti.

Dietro a ciascun elemento che compone arredi e oggetti d’uso quotidiano sta un mondo nascosto, invisibile ai più”, spiega Guido Sana de Il Legno dalla Natura alle Cose. “L’architettura, dal legno, ha saputo trarre idee capaci di rivoluzionare il modo stesso di vivere e costruire. Perché il legno è materiale unico per qualità, forma e colore, è la chiave per un’architettura ecosostenibile fatta di consapevolezza”.

Secondo il presidente di Fondazione Architetti Bergamo Gianpaolo Gritti quella che abbiamo intrapreso all’inizio di quest’anno con il collettivo di aziende aderenti alla manifestazione Dal Legno alla Natura alle Cose è stata una sfida: riavvicinare il mondo della progettazione a quello della produzione. È stata una sfida a doppio senso: dalla parte delle aziende il compito di confrontarsi con opere di design progettate anni fa secondo principi progettuali differenti da adesso e, dall’altra, riportare i progettisti al confronto con il mondo produttivo del nostro territorio. Credo che la mostra dimostri che sfide che a prima vista sembrano impossibili si possano vincere sempre e solo insieme”.

Aperture e orari

“Inediti in legno. Uno scorcio tra architettura e design, dal dopoguerra a fine secolo” sarà visitabile gratuitamente in Sala Giuristi, Piazza Vecchia, Città Alta, Bergamo, nei seguenti orari:

Il presepe di Cesare Rota Nodari

L’iniziativa “Inediti in legno. Uno scorcio tra architettura e design, dal dopoguerra a fine secolo” si è allargata anche in Piazza Vecchia. Punto di partenza è il presepio in miniatura ideato da Cesare Rota Nodari nel 2005, oggi riproposto con pezzi e personaggi dal disegno geometrico alti fino a 4 metri, realizzati in multistrato di compensato decorato e ancorati a pedane circolari in legno. Le festività natalizie diventano quindi l’occasione per l’allestimento, parallelo alla mostra, di un nuovo presepe in legno di Cesare Rota Nodari costruito in collaborazione con gli studenti della Scuola del Legno e delle Tecnologie Tino Sana.

Una riproduzione del presepe originario, racchiuso nella sua scatola di dimensioni originali, sarà acquistabile all’interno degli spazi della mostra. Il ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Il presepe a scala d’uomo è parte della manifestazione “BergaBosco”, promossa da Distretto Urbano del Commercio, Comune di Bergamo, Visitbergamo, Comunità delle Botteghe di Città Alta, Studio GPT e molte altre realtà del territorio.

 

press@architettibergamo.it

arch. Laura Milan

c +39 347 9707090

 

illegno.org@gmail.com

Silvia Butera

c +39 3489339689

 

Info www.illegno.org www.architettibergamo.it

Crediti

Promotore

Il Legno dalla Natura alle Cose. È un progetto che ha preso vita nel 2011 per promuovere la cultura e l’uso del legno come materia rinnovabile ed ecosostenibile, valorizzando il territorio bergamasco e le sue eccellenze produttive. Negli anni la manifestazione ha visto nascere e crescere sinergie importanti all’interno dell’intera filiera del legno. Oggi sono 32 le aziende che partecipano al progetto, ma sono ancora più numerose le realtà che, dopo averlo conosciuto, hanno fatto proprio un messaggio sempre più attuale: il legno, utilizzato nell’edilizia, nell’architettura, nel design, è materiale dalle grandi qualità che consente di guardare al futuro rispettando l’ambiente. Un patrimonio di esperienza, conoscenze e scelte importanti che “Il Legno dalla Natura alle Cose” vuole far conoscere attraverso formazione, divulgazione, progetti nuovi capaci di aprire orizzonti.

Con la collaborazione di

Museo del Falegname Tino Sana. Nato nel 1987 dalla profonda passione del fondatore Tino Sana per l’arte del mestiere del falegname, è considerato oggi patrimonio culturale di altissimo profilo. Da piccolo spazio di conservazione dei vecchi attrezzi del mestiere a vero e proprio museo. Un viaggio emozionante nel mondo del legno disposto su tre piani a tema.

Fondazione Architetti Bergamo. È un ente senza fini di lucro che nasce nel 2021 per valorizzare e qualificare la professione dell’architetto, il suo costante aggiornamento culturale, tecnico e scientifico attraverso attività di formazione e aggiornamento professionale e diffondere la cultura del progetto e della conservazione del paesaggio.

Con il patrocinio di:

Confindustria Bergamo

Ordine degli Architetti PPC di Bergamo

ABF Formazione

Confartigianato Bergamo

Associazione Montagna Italia

Sponsor

SCM group

Wurth

Vami

Exenia

Besser

LP grafica

Aziende partecipanti: 3s Innovation Line, ABI, Adler, Agazzi Arreda by Alice Design, Alitim, Bertoli, Bk Group, Carimati, Ceroni & Partners, Colasante, Fattorini Group, Filippi, Gamba, Mobili d’Arte Gorghelli, Falegnameria Guerinoni, Ica Group, Icro, Le Soprano, Losa Legnami, Fratelli Mager, Max Color, Locatelli design, Minelli, Mornico Legnami, Paganoni Legnami, Fas Pendezza, Pinetti, Pow, Standgreen, Stil Legno, TinoSana, Legnami Zanella

tutte le news
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.