NEWS

21.11.2017 | News

Il design del legno made in Italy sinonimo di successo

A livello europeo l’industria del design si classifica al quinto posto per crescita con oltre 175 mila imprese europee che, solo nel 2015, hanno generato il 49,4% in più di ricchezza rispetto al 2010. Questi i dati principali emersi dal rapporto Design Economy della Fondazione Symbola.

L’industria del design made in Italy è ai vertici del settore a livello europeo, ma non solo: con 29 mila aziende, 4,4 miliardi di euro di fatturato e un’incidenza del fatturato del design sul totale dell’economia dello 0,15%, l’Italia è seconda, in Europa, solo alla Gran Bretagna (8,8 miliardi di fatturato). Inoltre, il legno-arredo made in Italy è uno dei pilastri di questo settore anche per quanto riguarda l’avanguardia nella sostenibilità ambientale. Infatti, in questo ambito l‘Italia si posiziona al secondo posto nel mondo per saldo commerciale con 9 miliardi di dollari di surplus nel 2015, preceduta solamente dalla Cina.

Nonostante il deficit strutturale di materie prime, l’industria italiana del legno-arredo genera un valore aggiunto di 5,2 miliardi di euro (valore riferito al 2014), di gran lunga superiore a quello di molti Paesi naturalmente ricchi di materie prime legnose come Francia (2,1 miliardi di euro), Spagna (1,5 miliardi di euro) e Svezia (847 milioni di euro).

Creatività, eccellenza manifatturiera, qualità e sostenibilità sono gli elementi che sanciscono il primato dell’Italia tra i Paesi esportatori per saldo commerciale in ambito UE a 28: 24 sono i prodotti dell’industria del legno arredo nei primi tre posti al mondo, di cui ben 14 si posizionano sul gradino più alto del podio. L’Italia del design made in Italy è l’Italia dinamica, che ha voglia di innovarsi, crescere e sconfiggere la crisi per guardare sempre al futuro.

 

 

tutte le news
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.