NEWS

24.10.2022 |

EDIZIONE 2022 _ INEDITI IN LEGNO

IL LEGNO DALLA NATURA ALLE COSE

“Il Legno dalla Natura alle Cose” è un progetto che ha preso vita nel 2011 con l’obiettivo di PROMUOVERE LA CULTURA E L’USO DEL LEGNO come materia rinnovabile ed ecosostenibile, VALORIZZANDO IL TERRITORIO BERGAMASCO e le sue eccellenze produttive. Negli anni la manifestazione culturale ha visto nascere e crescere sinergie importanti all’interno dell’intera filiera del legno, attualmente fanno parte del progetto una quarantina di aziende, ma sono ancora più numerose le realtà che, dopo aver conosciuto “Il Legno dalla Natura alle Cose”, hanno fatto proprio un messaggio sempre più attuale: il legno, utilizzato nell’edilizia, nell’architettura, nel design, è materiale dalle grandi qualità che consente di guardare al futuro rispettando l’ambiente.

Un patrimonio di esperienza, conoscenze e scelte importanti che “Il Legno dalla Natura alle Cose” vuole far conoscere. Attraverso formazione, divulgazione, progetti nuovi capaci di aprire orizzonti. Per le aziende che ne fanno parte, per gli architetti, per i giovani che guardano a un futuro rispettoso dell’ambiente nel quale viviamo.

INEDITI IN LEGNO_UNO SCORCIO TRA ARCHITETTURA E DESIGN, DAL DOPOGUERRA A FINE SECOLO

Per il 2022/2023 si è scelto di dare alla manifestazione una forte e chiara valenza CULTURALE e storica. Dall’incontro con la Fondazione Architetti Bergamo e con l’Ordine degli Architetti di Bergamo è nata l’idea di dar vita a un progetto unico e originale: “Inediti in legno_Uno scorcio tra architettura e design, dal Dopoguerra a Fine Secolo”.

Si è quindi deciso di coinvolgere gli architetti che hanno segnato la storia di Bergamo dal Dopoguerra fino alla fine del Secolo scorso: a loro è stato mandato l’invito a partecipare all’iniziativa inviando progetti da essi stessi ideati nei quali il legno fosse stato protagonista. La partecipazione è stata ampia, tanto l’entusiasmo manifestato.

Sono stati quindi selezionati una ventina di progetti particolarmente rappresentativi degli anni presi in esame. Le aziende de “Il Legno dalla Natura alle Cose” collaboreranno per dar nuova vita a questi progetti: complementi d’arredo, oggettistica e componentistica della casa che il pubblico potrà apprezzare in tutta la sua originalità, design e storia.

Verranno quindi presentati progetti di noti architetti bergamaschi particolarmente rappresentativi degli anni presi in esame: Myria Cassader, Baran Ciagà, Guglielmo Clivati, Francesco Ginoulhiac, Maria Teresa Arslan, Sergio Invernizzi, Edoardo Milesi, Attilio Pizzigoni, Pino Pizzigoni, Cesare Rota Nodari, Nestorio Sacchi, Vito Sonzogni, Lucio Agazzi. Le aziende de “Il Legno dalla Natura alle Cose” stanno già collaborando per dar nuova vita a questi progetti, realizzando ventiquattro prodotti in legno: complementi d’arredo, oggettistica e componentistica della casa, accessori dell’involucro edilizio che il pubblico potrà apprezzare in tutta la loro originalità, design e storia.

SALA GIURISTI, 8 DICEMBRE 2022 – 8 GENNAIO 2023

Dall’8 dicembre 2022 fino all’8 gennaio 2023 la prestigiosa Sala Giuristi, in Città Alta a Bergamo, ospiterà la mostra “Inediti in legno”. Un percorso storico affascinante attraverso gli architetti che hanno fatto la storia della città, ma anche un viaggio unico nel mondo del legno grazie alle tante aziende che quotidianamente tramandano il loro saper fare.

La manifestazione sarà aperta al pubblico, che potrà gratuitamente accedere alla mostra, e coinvolgerà le scuole del territorio con visite guidate e formative.

 

PRESEPE IN PIAZZA VECCHIA, CITTA’ ALTA

In parallelo alla mostra cureremo l’allestimento di un presepe in legno, in dimensioni reali, in Piazza Vecchia, nel cuore di Città Alta. Il presepe prosegue il filone della mostra, perché a sua volta è stato progettato in passato da un grande architetto di Bergamo. Ricreeremo personaggi, capanna e alberi, immergendo i passanti in un’atmosfera natalizia unica, all’insegna del legno e dei valori che animano “Il Legno dalla Natura alle Cose”.

Il presepe in questione fu progettato da Cesare Rota Nodari, architetto dedito da diversi anni, oltre che alla libera professione e all’insegnamento, alla realizzazione di piccoli presepi in terracotta, curiosi di per sé e per le singolari composizioni raccolte in piccole vetrinette di legno. Innumerevoli le esposizioni in Italia e all’estero: da Bergamo a Milano, a Roma, a Salisburgo. Diverse le collocazioni permanenti in luoghi di culto. Originali le realizzazioni con materiali insoliti: su carta da colorare, in lamiera d’acciaio.

L’unico presepio in legno è proprio quello del 2005 che ha ispirato agli organizzatori il progetto in corso di realizzazione. Il presepe a dimensioni umane sarà allestito in Piazza Vecchia, con ingrandimenti in legno dell’originale in miniatura, all’interno di un singolare tracciato vegetale. Le statue sono realizzate in multistrato di compensato decorato dal disegno geometrico, ancorate a una circolare pedana in legno, e composte con un elemento rettangolare alto quattro metri, che incornicia la Natività diventando di giorno e di notte (con opportuna illuminazione) il segno connotativo di riferimento dell’intera composizione realizzata all’interno della prestigiosa piazza, per proporre un’atmosfera suggestiva e coinvolgente.

tutte le news
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.