NEWS

23.10.2019 | Didattica

10 cose che non sai sulle professioni e la scuola del legno

Ad Almenno San Bartolomeo la scuola per operatore del legno di A.B.F. e Museo del Falegname Tino Sana. Un’esperienza formativa e tecnologicamente avanzata.

1. Lo sai che le professioni del legno sono molto richieste dal mercato del lavoro?

L’Italia è il secondo produttore di legno e mobili dell’Unione Europea, il 15% delle imprese manifatturiere del nostro Paese appartengono alla filiera legno e arredo, in Regione Lombardia operano 10.000 imprese, 1200 solo nella Provincia di Bergamo, e le imprese sono alla continua ricerca di personale qualificato.

2. Lo sai che le imprese del legno e dell’arredo sono tecnologicamente avanzate?

Lo studio dei materiali e la ricerca tecnologica hanno cambiato il modo di lavorare, anche le piccole e medie imprese hanno acquisito nuove capacità progettuali, producono con centri di lavoro informatizzati e macchine a controllo numerico e utilizzano anche la tecnologia laser.

3. Lo sai che in Provincia di Bergamo esiste una scuola superiore per operatore del legno?

Tino Sana, azienda famosa a livello internazionale per la realizzazione di arredi per navi da crociera, alberghi, negozi di lusso, yacht e complessi comunitari di grande prestigio, e Azienda Bergamasca Formazione, Ente gestito dalla provincia di Bergamo tra i più accreditati per la formazione professionale, hanno fondato nel 2006, con la collaborazione di Confindustria Bergamo, la scuola di Almenno San Bartolomeo, il percorso triennale dedicato al settore legno che assolve all’obbligo di istruzione. Una rete di formazione che sul territorio si arricchisce della collaborazione con Il Legno dalla Natura alle Cose, manifestazione che racconta la filiera del legno bergamasca con l’obiettivo di promuovere la cultura del legno.

4. Lo sai che durante il percorso di qualifica si studiano italiano, inglese e matematica?

Il mercato del lavoro e la crescita personale richiedono cultura, quindi oltre alla tecnologia dei materiali e delle macchine, il disegno, l’organizzazione aziendale, il marketing e la sicurezza sul lavoro, si studiano anche le materie tradizionali come italiano, inglese, matematica, scienze, storia, geografia e informatica.

5. Lo sai che dopo il percorso di operatore del legno si possono anche proseguire gli studi?

Al termine del percorso triennale di qualifica si può accedere al quarto anno per conseguire il diploma professionale di tecnico del legno ad Almenno San Bartolomeo, poi si può frequentare il quinto anno per conseguire la maturità presso le scuole di stato.

6. Lo sai che al temine dei percorsi di operatore e tecnico del legno si trova lavoro in sei mesi?

La programmazione didattica della commissione, composta dagli insegnanti e dalle aziende, le lezioni di informatica e laboratorio con macchinari e software moderni e avanzati e il tirocinio consentono agli studenti di accedere con la preparazione adeguata al mondo del lavoro.

7. Lo sai che dopo il quarto anno di tecnico del legno si accede alla formazione superiore?

Regione Lombardia promuove le alte specializzazioni attraverso l’accordo fra formazione professionale e scuola superiore, università e le aziende. La scuola di Almenno San Bartolomeo intende proporre percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore a partire dal prossimo anno.

8. Lo sai che attualmente la scuola di Almenno San Bartolomeo ospita novanta studenti?

Le lezioni sono iniziate il 12 settembre, con venti/venticinque iscritti per annualità, e termineranno il 31 maggio. La terza svolge il tirocinio fra dicembre e febbraio, la seconda fra aprile e maggio, la quarta è in apprendistato. A giugno terza e quarta sostengono gli esami. Fra gli iscritti una ragazza.

9. Lo sai che si può diventare operatore e tecnico del legno anche in apprendistato?

Scuola e azienda definiscono il protocollo d’intesa, quindi la scuola redige il piano formativo e l’azienda procede all’assunzione fino a 25 anni di età con le previste agevolazioni fiscali. Il percorso, di due giorni a scuola e tre al lavoro, consente di conseguire qualifica e diploma professionale.

10. Lo sai che nei pressi della scuola puoi visitare il Museo del Falegname Tino Sana?

Aperto nel 1987, disposto su tre piani per una superficie totale di 3500 metri quadri, conserva vecchi utensili e macchinari, mobili antichi, manufatti e mezzi di trasporto in legno, dalle biciclette all’aereo di Antonio Locatelli, considerato patrimonio culturale è oggetto di studio.

tutte le news
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.